Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

WDW World Ducati Week 2014

 
Ogni 2 anni la Ducati organizza la World Ducati Week, dedicata ai tifosi Ducatisti.
Quest’anno, a Misano Adriatico (RN) il 18, 19 e 20 Luglio, c’eravamo anche io e Andrea.
 
Qua sotto, in 1 minuto per video, puoi guardare il mio tentativo di riprodurre l’atmosfera di quei giorni (che è stata molto, “molto di più” di quello che si vede).
Ah, guardali in HD ovviamente.

 

World Ducati Week 2014 (in 60 seconds)

 

 
 

World Ducati Week 2014 – Parade (on board)

 

 

Firma digitale e PEC gratuite

 
La firma digitale è un insieme di dati in forma elettronica, utilizzati come metodo di identificazione elettronica. Questi dati (oltre ad esistere in forma astratta) possono essere memorizzati su un chip inserito in una scheda (smart card come le carte di credito oppure in formato SIM). Questa è la smart card delle Poste, ad esempio.
 
Posteitaliane offre il servizio Postemailbox, che comprende PEC, firma digitale e archivio di 4 GB. Il servizio prevede un canone annuo MA se sei titolare del servizio BancoPosta Online o del conto BancoPosta Click è gratuito per 36 mesi. Se invece sei titolare di una carta Postepay allora il canone è gratuito per 12 mesi.
 
La pre-adesione a Postemailbox si fa online (devi quindi essere già registrato al sito delle Poste).
Dalla sezione MyPoste – Attiva servizi (icona in basso, tra i Preferiti) – Attiva Postemailbox. Il link diretto è questo qui: https://myposte.poste.it/portal/private/posteitaliane/crmolprodotti
 
Dopo aver compilato la richiesta online devi recarti in un ufficio postale con carta d’identità e codice fiscale e firmare il contratto per l’attivazione di Postemailbox. Dopo 24 ore il servizio dovrebbe essere attivo.
 
Ti arriverà un SMS che conferma l’attivazione di Postemailbox e poi nella sezione MyPoste vedrai attivi i due link per accedere a Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale.
 
myposte
 
Per utilizzare la Firma Digitale non hai bisogno di alcun dispositivo hardware, ti basta il tuo cellulare.
 
Ti serve invece il software Firma Digitale Remota che trovi cliccando su Firma Digitale. Si tratta di un’applicazione Java (quindi devi avere Java installato sul tuo pc). Se sul tuo Mac il software non si apre direttamente con Java Web Start dai un’occhiata qui.
 
firma-digitale
 
Al primo avvio verrà creato in automatico un collegamento sul desktop all’applicazione. Ora puoi aprirla, caricare il file da firmare e poi tramite SMS e password temporaneee (OTP) potrai applicare la tua firma digitale ai documenti. Ma il funzionamento è spiegato in dettaglio nel manuale operativo.
 

dePILiamoci

Socrate andava di tanto in tanto al mercato per vedere quanto fosse grande il numero delle cose di cui NON aveva bisogno.

Le frasi di questo post sono tratte dal libro DePILiamoci di Roberto Lorusso e Nello De Padova. Non si tratta di un suggerimento in vista dell’estate, ma di “un invito a uscire dal pantano in cui ci ha cacciati il consumismo fine a se stesso e andare oltre”.
 
Il titolo continua infatti “Liberarsi dal PIL superfluo e vivere felici“.
 
Cos’è il PIL? Il prodotto interno lordo misura il valore monetario degli oggetti e dei servizi scambiati con denaro, detti perciò merci. Ma non tutti i beni sono merci. La proposta suggerita in questo libro è quella di aumentare la produzione di beni (che stanno a significare capacità, ordine, misura, sobrietà) e ridurre quella delle merci (incapacità, disordine, dismisura, esagerazione).
Il problema è che le attività che producono beni e non merci (quindi svolte non in cambio di denaro) non sono considerate lavorative. Il concetto di lavoro è stato ridotto al concetto di occupazione ed è stato contestualmente svincolato dal concetto di utilità.
 
Il fenomeno del consumismo di cui siamo protagonisti, ormai da diversi anni, ci vede tutti impegnati in una corsa senza ostacoli all’avere anzichè all’essere. Il desiderio sfrenato di possedere per consumare e divertirsi consumando, ci impedisce di riconoscere e distinguere chiaramente i nostri reali bisogni e le forme, antiche e nuove, con le quali vanno soddisfatti.
 
Bisognerebbe invece tentare di diffondere un’idea di ricchezza non più fatta di cemento, asfalto, plastiche, oggetti, ma di servizi, informazione, produzione limitate in peso ma alte in valore.
 
La verità è che “più sappiamo fare e meno bisogno abbiamo di merci. La vera ricchezza continua a essere quella del saper fare e non quella basata sul denaro per poter acquistare merci”.
 

Ciascuno di noi è ricco in proporzione al numero delle cose delle quali può fare a meno (Henry David Thoreau).

 

Hello World

Prima di cominciare è doveroso un ringraziamento a Giuseppe Granieri e ad Enzo Mansueto per il consiglio e l’incoraggiamento ad aprire un blog.

I contenuti di questi articoli riguarderanno principalmente due argomenti: l‘informatica (che ho studiato) e il montaggio video (che mi appassiona).

Cercherò di scrivere, in maniera chiara e concisa, lo stretto indispensabile che serve ai lettori web. Farò in modo che i titoli dei post corrispondano il più possibile a quelle poche parole che si inseriscono in un motore di ricerca.
Cominciamo!